YOUinjapan.net

ENG lan  ESP lan  ITA lan
<- Torna al menù

Seguici su youtube
Iscriviti al canale!
In diretta da un'università giapponese
Il prezzo più basso in 1 clic
Cliccando sul pulsante in basso puoi scoprire da dove e in quali date partono i voli più economici dall'Italia al Giappone
About Questo sito non ti basta?


Shinjuku

Shinjuku è un quartiere dalle mille sfaccettature e può essere considerato il più "centrale" e uno dei più interessanti in assoluto tra i quartieri di Tokyo.
Shinjuku in realtà è uno dei 23 quartieri speciali ed è molto esteso, comprende zone come Kagurazaka il quartiere delle geishe, o altri poco importanti, di cui non parlerò in questa pagina.
Per Shinjuku in questo sito e più o meno in tutte le guide si intende la zona che si sviluppa attorno alla Shinjuku station.

Il quartiere

Stazione di Shinjuku, East exit

Prendendo l'uscita est della stazione di Shinjuku si arriva nel cuore commerciale di Shinjuku. In questa zona si trova infatti Studio Alta, un "simbolo" e un punto di riferimento di Shinjuku, un pò come il cane Hachiko per Shibuya, numerosi negozi e centri commerciali. Non lontano dalla East exit si trovano le zone per eccellenza della night-life "Shinjukese" che potrete approfondire nei prossimi paragrafi.

Kabuki-cho

Zona a luci rosse di dove si concentra la maggior parte della night-life di Shinjuku, questo quartiere in pratica non dorme mai.
Si entra nel quartiere attraverso un'insegna luminosa rossa che si trova a circa dieci minuti a piedi dalla stazione di Shinjuku.
Si tratta di una zona molto particolare nella quale si concentrano numerosi locali di tutti i tipi, sale di packinko, vari centri di prostituzione, love hotel.
È risaputo che molte delle attività di Kabuki-cho sono gestite dalla mafia giapponese, la Yakuza, ed anche per questo il quartiere non gode di buona fama.
Tuttavia non si corre alcun pericolo se si prendono alcune semplici precauzioni, ovvero ignorare completamente certi neri (o chiunque altro) che provano ad invitarvi nei loro locali proponendovi belle ragazze, perchè è solo un modo per fregarvi soldi.
La zona è molto popolata anche dai "Nanpashi", coloro che praticano il "Nanpa", cioè che si mettono in mezzo alle strade cercando di abbordare ragazze sconosciute che passano magari invitandole a bere qualcosa insieme. Ma i loro obiettivi di solito sono solo ragazze giapponesi, perciò se avete una faccia europea state tranquille. Attenzione: se avete intenzione di andare con qualche prostituta (fatti vostri), certi posti che si vedono per le strade a Kabuki-cho con invitanti illustrazioni di "innocenti" ragazze giapponesi, quasi sempre non sono il posto giusto, in quanto accettano solo clienti giapponesi o che comunque parlano bene il giapponese.

Shinjuku Ni-chome

Questo mini-quartiere di Shinjuku si trova vicino Kabuki-cho. È la zona gay più famosa della città con circa 300 bar/nightclub frequentati da omosessuali.

Golden Gai

Si tratta di una zona completamente anonima di giorno e che si carica di un'atmosfera particolare, surreale, affascinante, quando cala il buio. Sono delle stradine, vicine a Kabuki-cho, piene di localini molto piccoli, e per piccoli si intende con non più di una decina di posti, dove si va a bere qualcosa. La zona ha un non so che di "intellettuale", ed infatti si dice sia frequentata da artisti, scrittori, registi e gente del genere.
Non sono mai entrato in uno di questi locali e credo che molti di essi siano frequentati quasi esclusivamente da giapponesi, alcuni ho letto che accettano solo i clienti abituali o gente da loro presentata, ma ne ho anche visti alcuni esporre all'esterno dei menù in inglese. Andarci con un vostro amico/a del luogo penso sia l'ideale.

Okubo

Okubo è il quartiere coreano di Tokyo, che viene infatti anche chiamato Koreatown.
La zona, oltre che zona residenziale per molti coreani immigrati in Giappone, e ultimamente anche da molti cinesi, è caratterizzata dalla presenza di molti negozi, alimentari e ristoranti di cucina coreana ed ha il suo fulcro in Okubo Dori.

Stazione di Shinjuku, West Exit

In questa zona di Tokyo si concentrano alcuni centri commerciali e negozi (anche se in misura molto minore rispetto alla zona est), vari hotel e la zona di Nishi-Shinjuku.

Nishi-Shinjuku

Si arriva in questa zona più brevemente attraverso un tunnel che dall'interno della stazione di Shinjuku porta fin sotto il Tokyo Metropolitan Government Building, altrimenti a piedi dalla West Exit.
Vi si trovano numerosi grattacieli ed edifici moderni.
In particolare si trovano appunto le torri gemelle progettate da Kenzo Tange, il Tokyo Metropolitan Government Office Building, in italiano "il municipio di Tokyo", ovvero due torri alte 243 metri, una meta turistica molto gettonata perchè è possibile salire in cima gratuitamente e godere di una ottima vista della città dall'alto. Dietro queste torri si trova il "central park", un parco sempre aperto dove si trova un tempio e alcuni alloggi improvvisati di senzatetto, ed è proprio il parco dove intervistano un homeless nel documentario "Megalopolis Tokyo" trasmesso su rai3 un pò di tempo fa. Altri grattacieli architettonicamente interessanti sono la Cocoon Tower e l'NS building.
Ai piedi del Sumitomo building si trova la stazione degli autobus, anche notturno, della Willer Express.
Si tratta di una zona prevalentemente direzionale quindi abbastanza "morta", ma può essere molto impressionante fare una passeggiata di giorno ma soprattutto di sera nel silenzio delle grandi strade di Nishi-Shinjuku circondato da mastodontici edifici illuminati.

Vista dei grattacieli di Nishi Shinjuku dall'ascensore panoramico dell'NS Building

Stazione di Shinjuku, south e new south exit

In questa zona si trova il Takashimaya Times Square, un complesso commerciale che include un centro commerciale di 15 piani (Takashimaya), una filiale di Tokyu Hands, catena di grandi negozi specializzata in oggetti per la casa e per il tempo libero, e la libreria Kinokuniya, molto fornita per quanto riguarda i testi in lingue straniere.
uscita sud stazione di shinjuku affollata di sera  
L'uscita sud della stazione di Shinjuku molto affollata

Shinjuku Gyoen

Un grande giardino pubblico nel bel mezzo del caos di Shinjuku.
Il parco rimane aperto fino alle 16.30 ed è chiuso tutti i lunedì tranne nel periodo dei ciliegi in fiore. Shinjuku Gyoen è infatti uno dei parchi famosi per i suoi ciliegi.
L'ingresso è a pagamento (200 yen, 1.80 euro - 50 yen per i bambini), e forse anche per questo è uno dei parchi solitamente meno affollati di Tokyo dentro il quale si può passare qualche ora di puro relax dopo una giornata "distruttiva" a Shinjuku.
Dalla stazione di Shinjuku la via più breve per arrivarci, piuttosto che la south exit, è forse quella di seguire il tunnel sotterraneo per la stazione di Shinjuku-Sanchome, fuori dalla quale il parco si trova a 3 minuti a piedi.

Dormire a Shinjuku

Come ho scritto in molte altre pagine, Shinjuku è la zona migliore dove alloggiare.
Nella zona dei grattacieli (Nishi-Shinjuku) consiglio assolutamente il Washington hotel, il Rose Garden hotel, il Sun Members hotel e il Sunroute hotel (quest'ultimo un pò più caro) per l'ottimo rapporto qualità/prezzo, specialmente con le offerte speciali disponibili qualche mese prima tramite siti come expedia o booking.com.
Sempre a Nishi-Shinjuku si concentrano alcuni alberghi di lusso famosi di Tokyo, il Park Hyatt, il Keio Plaza, l'Hilton.
Anche Kabukicho è zona di hotel, in questa zona posso consigliare il Prince hotel, proprio a due passi dalla zona a luci rosse.
Sempre a Kabuki-cho si trova un capsule hotel prenotabile anche tramite expedia, il Kuyakushomae Capsule Hotel dove si dorme con 30 euro a notte, e vari internet cafè dove si dorme con 20 euro.

Mangiare a Shinjuku

Consigliare questo o quel locale di Shinjuku penso che non abbia molto senso dato che, forse esagero, ma ci saranno migliaia ristoranti in tutta la zona, dunque avete l'imbarazzo della scelta.
Spendo però due parole su un luogo particolare, conosciuto come Omoide Yokocho, un vicolo lungo i binari nei dintorni della West exit della stazione di Shinjuku. Qui si trovano ristorantini da strada molto frequentati dai tipici salary-man. I piatti più battuti sono ramen, soba e yakitori.
Potrebbe sembrare a guardarlo un posto "sporco" ma mettete da parte qualsiasi titubanza perchè è veramente un'esperienza, tra l'altro sono abbastanza "aperti" ai turisti.
omoide yokocho
Omoide Yokocho

Guida pratica, come raggiungere Shinjuku

La stazione di Shinjuku ha oltre 3 milioni e mezzo di passeggeri al giorno ed è la stazione più trafficata del mondo.
Vi passono numerose linee sia di metropolitana sia ferroviarie, incluso il Narita express, raggiungerla da qualsiasi parte di Tokyo è molto facile, quello che è più difficile è uscire vivi dalla stazione (sto esagerando un pò eh), che in alcune ore è una bolgia.
State attenti a prendere la giusta uscita, specialmente le primissime volte quando ancora non siete ancora in grado di orientarvi bene, non fate assolutamente la cosa istintiva di seguire la prima "exit" che vedete perchè potreste ritrovarvi chissà dove rispetto a dove volete andare.

Tutti i luoghi di cui ho parlato sono senza troppi sforzi raggiungibili dalla stazione di Shinjuku, ma potrebbe tornarvi comoda qualche altra stazione.
Ad esempio per Okubo meglio la stazione di Shin-Okubo più vicina alla zona commerciale e anche più comoda (JR Yamanote line), piuttosto che la stazione Okubo (JR Chuo-sobu line) che si trova in un'area più residenziale.
A Nishi-Shinjuku può tornare molto utile se avete l'hotel da queste parti la Tochomae station (Toei Oedo line per Roppongi, Shiodome, Tsukijishijo, ecc).

Mappa di Shinjuku, Tokyo


Visualizza Shinjuku in una mappa di dimensioni maggiori

Altri contenuti che potrebbero interessarti




YOUINJAPAN.NET su Facebook YOUINJAPAN.NET su Instagram YOUINJAPAN.NET su Google+ YOUINJAPAN.NET su Youtube


www.youinjapan.net - Vietata la riproduzione dei contenuti senza autorizzazione - Autore: Davide Lee
<- Torna al menù

YOUINJAPAN.NET su Facebook YOUINJAPAN.NET su Instagram YOUINJAPAN.NET su Google+ YOUINJAPAN.NET su Youtube
www.youinjapan.net - Vietata la riproduzione dei contenuti senza autorizzazione

Autore: Davide Lee