YOUinjapan.net

ENG lan  ESP lan  ITA lan
<- Torna al menù

Seguici su youtube
Iscriviti al canale!
In diretta da un'università giapponese
Il prezzo più basso in 1 clic
Cliccando sul pulsante in basso puoi scoprire da dove e in quali date partono i voli più economici dall'Italia al Giappone
About Questo sito non ti basta?


Kamakura

Kamakura è oggi una piccola cittadina a 50 km da Tokyo, ma per un certo periodo varie centinaia di anni fa fu la città più grande e importante del Giappone, durante quello che viene chiamato dagli storici Kamakura period.

La città è oggi una Kyoto in miniatura, con templi e santuari più e meno famosi ad ogni angolo.

Per quanto riguarda lo shopping, la strada più famosa è Komachi dori, appena fuori l'uscita est di Kamakura station, la vedete subito perchè all'ingresso si trova un grande torii rosso.
Si tratta di una strada stretta e molto affollata dove trovare i più svariati negozi e ristoranti, perfetta per mangiare e comprare souvenir.
Parallela a Komachi dori, a est, si trova un'altra strada chiamata Danzakura (o anche Wakamiya-oji) famosa per il suo marciapiede rialzato al centro circondato da alberi di ciliegio, e che porta al Tsurugaoka Hachimangu Shrine (un importante santuario, vedi sotto nella lista dei templi).
danzakura wakamiya oji street kamakura danzakura wakamiya oji street sakura cherry blossom kamakura il viale alberato Danzakura (Wakamiya Oji) durante la fioritura dei ciliegi
Sono riuscito a rintracciare e fare un elenco di ben cinquantadue templi/santuari presenti nella città.
Ovviamente, come non ha molto senso andare a Firenze e visitare ogni singola chiesa, allo stesso modo non ha senso visitare tutti i templi di Kamakura, anche perchè si impiegherebbe un sacco di tempo.

Indice
Lista dei templi e santuari a Kamakura
Spiagge
Dove dormire
Come raggiungere Kamakura e mappa
Mappa di Kamakura

Approfondimenti correlati: Grande Budda (Daibutsu) Hasedera Temple Sasuke Inari Shrine Zeniarai Benten Shrine

Lista dei templi e santuari a Kamakura

Consiglio personale: Il mio consiglio è quello di non scendere alla stazione "Kamakura", ma alla precedente stazione di "Kita Kamakura", e da li proseguire a piedi verso Kamakura station (per capire meglio vedi la mappa in fondo) visitando i vari templi che si incontrano lungo la via.
Una volta arrivati a Kamakura station, se siete buoni camminatori potete continuare sempre a piedi verso ovest o verso est (a seconda dei templi che avete intenzione di visitare), le insegne per le strade sono molto buone e in doppia lingua.
Io consiglio di andare verso ovest (dove c'è il Buddha, passando però prima dal Sasuke Inari e dal Zeniarai Benten), se c'è qualche tempio in particolare nella zona est della città che volete vedere, potete andarci apposta in taxi.
Visitare i templi a nord, sud, est e ovest in una sola giornata è un pò massacrante, non ve lo consiglio, fate delle scelte su cosa vedere prima di recarvi a Kamakura.
In direzione ovest (verso il grande Buddha) avete anche l'alternativa treno (Enoshima Electric Railway, detta Enoden) che ferma in varie stazioni in quella direzione.
In direzione est se non volete camminare invece soltanto autobus (ma capire la linea giusta da prendere potrebbe essere complicato), o anche taxi (considerate che si tratta di distanze di un paio di chilometri massimo, quindi non dovrebbe costare molto).
Se invece venite da Enoshima (per esempio se avete fatto il free pass, vedi la guida pratica in fondo) potete rovesciare l'itinerario che ho scritto, partendo da sud-ovest e risalendo fino a Kamakura station e poi fino a Kita-Kamakura, ma avendo visitato anche Enoshima avrete ancora meno tempo, dunque siate ancora più decisi nelle scelte su cosa vedere.

Per completezza faccio un elenco di tutti i templi di cui ho trovato traccia, e metterò un simbolo () accanto a quelli più famosi.

Templi e santuari intorno a Kita-Kamakura station

Enkakuji Temple
(ingresso 300 yen, orari Apr-Ott 8-17, Nov-Mar 8-16)
Un grande tempio buddista fondato nel 1282 che include varie costruzioni.
All'interno si trova anche una "teahouse" con una rilassante vista che serve tazze di tè, sake e dei noodles molto particolari (tokoroten).

Tokeiji Temple
(ingresso 100 yen, orari Apr-Ott 8:30-17, Nov-Mar 8:30-16)
Questo tempio fu fondato nell'anno 1285 da una donna, Kokusan-ni, in memoria del defunto marito lo shogun Hōjō Tokimune.
Veniva anche chiamato Enkiri Dera ("Tempio dei divorzi") in quanto divenne un rifugio per tutte quelle donne maltrattate dai loro mariti, il tempio permetteva infatti a tutte coloro che vi si stabilivano per almeno 3 anni di ottenere il divorzio (che a quei tempi era molto difficile da ottenere) e mantenne questo "potere" fino al 1873, mentre addirittura fino al 1902 l'ingresso rimase vietato agli uomini.

Jochiji Temple
(ingresso 200 yen, orari 9-16:30)

jochiji temple gate ingresso al tempio Jochiji
Meigetsu-in Temple
(ingresso 300 yen, orari Giu-Lug 8-17, Ago-Mag 9-16:30)
Questo tempio buddista zen viene anche chiamato Ajisai-dera, dalla parola giapponese ajisai che indica in italiano le ortensie.
Attorno a questo tempio ci sono infatti circa 1500 di questi fiori che fioriscono tra giugno e luglio, periodo durante il quale il tempio diventa molto popolare.
Come molti templi zen all'interno si trovano anche dei curatissimi giardini zen di piante e di roccia.

Templi e santuari lungo la strada tra Kita-Kamakura e Kamakura station

Chojuji Temple
(ingresso 300 yen, orari 10-15 solo venerdì, sabato e domenica)

Kenchoji Temple
(ingresso 300 yen, orari 8:30-16:30)

kenchoji temple gate sammon kamakura kenchoji temple kamakura kenchoji temple zen garden kamakura Cancello di ingresso (Sammon), viale principale e giardino zen all'interno del tempio Kenchoji
Ennoji Temple
(ingresso 200 yen, orari 9-16)

Templi e santuari nei dintorni di Kamakura station

Daigyoji Temple
(ingresso libero)

Myoryuji Temple
(ingresso gratuito, apertura 10-18)

Hokaiji Temple
(ingresso 100 yen, apertura 8:30-16:30)

Tsurugaoka Hachimangu Shrine
(ingresso gratuito, apertura 5-20:30, 6-20:30 ott-mar)
Il santuario shintoista più importante di Kamakura.
L'ingresso principale del tempio si trova alla fine del viale Danzakura a est della stazione di Kamakura.
Subito dopo l'ingresso, alla propria destra e sinistra si trovano due laghetti, con vari simbolismi che rappresentano uno il Clan Minamoto l'altro il Clan Taiwa, due importanti famiglie rivali della storia giapponese.
L'edificio principale, al cui interno si trova anche un piccolo museo (ingresso 200 yen), si trova in cima ad una scalinata in fondo al viale principale del santuario.
Questo luogo è molto popolare sia per i matrimoni, sia soprattutto per le celebrazioni di capodanmo (è uno dei santuari più visitati di tutto il Giappone con una media di 2 milioni di visite tra l'1 e il 3 gennaio).
Un altro evento molto interessante si svolge in questo luogo due volte l'anno, il 16 settembre e ia terza domenica di aprile, e consiste in un'esibizione di Yabusame, ovvero tiro con l'arco al bersaglio mentre si cavalca un cavallo.
tsurugaoka hachimangu kamakura tsurugaoka hachimangu kamakura Vista dall'ingresso (a sinistra) e dalla parte più alta del santuario (a destra)
Hongakuji Temple
(ingresso libero)

Myohonji Temple
(ingresso gratuito, apertura 9-17)

Templi e santuari a nord-ovest di Kamakura station

Sasuke Inari Shrine
(ingresso libero)
Un santuario in cima ad una lunga scalinata passando sotto decine di torii (tradizionali "cancelli" shintoisti).
Qui maggiori info e fotografie.

Zeniarai Benten Shrine
(ingresso gratuito, orario di apertura 8-17)
Sebbene non sia molto grande, è uno dei luoghi più visitati della città, famoso anche per le "acque sacre" dove benedire il proprio denaro.
Qui maggiori info e fotografie.

Kuzuharagaoka Shrine
(ingresso libero)
Un piccolissimo santuario shintoista all'interno del Genjiyama park (un parco molto popolare per i picnic) che si raggiunge dopo una lunga camminata in salita.

Eishoji Temple
(ingresso 200 yen, apertura 9-16)

Jufukuji Temple
(ingresso libero)

Kaizoji Temple
(ingresso 100 yen, apertura 9:30-16:30, fino alle 16 in inverno)

Yakuoji Temple
(ingresso libero)

Jokomyoji Temple
(ingresso gratuito, apertura dal sorgere del sole al tramonto circa)
Uno degli edifici appartenenti al tempio, l'Amida Hall, contiene alcune preziose statue ed è accessibile pagando 200 yen (apertura giovedì, sabato, domenica e giorni festivi, orario 10-12, 13-16).

Templi e santuari a nord-est di Kamakura station

Zuisenji Temple
(ingresso 200 yen, apertura 9-17, 9-16:30 in inverno)
Uno dei templi buddisti zen più famosi di Kamakura, specialmente per il giardino zen creato dal monaco fondatore del tempio Muso Kokushi e considerato uno dei massimi ideatori di giardini zen della storia giapponese.

zuisenji giardino roccia kamakura particolare del giardino roccioso al tempio Zuisenji
Jomyoji Temple
(ingresso 100 yen, apertura 9-16)

Hokokuji Temple
(ingresso gratuito, apertura 9-16)
Un tempio buddista zen famoso per la piccola foresta di bambù che si trova all'interno e che è accessibile pagando 200 yen.

hokokuji temple bambu forest kamakura in mezzo alla foresta di bambù del tempio Hokokuji
Kosokuji Temple
(ingresso gratuito, apertura 9-16)

Sugimoto-dera Temple
(ingresso 200 yen, apertura 8-16:30)

Myo-o-in Temple
(ingresso libero)

Kamakuragu Shrine
(ingresso gratuito, apertura 9-16:30)

Kakuonji Temple
(ingresso 300 yen, apertura 10-15)

Raikoji Temple
(ingresso libero)

Egara Tenjin Shrine
(ingresso gratuito, apertura 7:30-18:30)
Un santuario shintoista dedicato a Michizane Sugawara, divinità scintoista della cultura, meta di preghiera degli studenti per esempio prima di un esame importante.
Il tempio è circondato da alberi e fiori di "albicocco giapponese" (in lingua giapponese Ume), che fioriscono in primavera e sono uno spettacolo.

Templi e santuari a sud-ovest di Kamakura station

Kotoku-in e Daibutsu (Grande Buddha)
(ingresso 200 yen, apertura 8-17:30, 8-17 da ottobre a marzo)
Un tempio famoso principalmente perchè ospita all'interno l'attrazione più conosciuta di Kamakura, una statua gigante di Buddha.
Qui maggiori info e fotografie.

Amanawa Jinja Shrine
(ingresso libero)
Il santuario scintoista più antico della città, risalente addirittura ai primi anni dell'ottavo secolo d.C.

Hasedera Temple
(ingresso 300 yen, apertura 8-17:30, 8-17 in inverno)
Uno dei più famosi templi buddisti di Kamakura, con una vista fantastica sulla città.
Qui maggiori info e fotografie.

Kosokuji Temple
(ingresso 100 yen, aperto dalle 7:00 al tramonto)
Conosciuto anche come "il tempio dei fiori", per via delle tante specie floreali che sbocciano ad ogni mese dell'anno:
Gennaio: Suiren (Nymphaea), Tsubaki (Camellia japonica), Robai (Chimonanthus praecox)
Febbraio: Ume
Marzo: Hakumokuren (Yulan magnolia), Peach
Aprile: Sakura, Hangesho (Saururus chinensis)
Maggio: Tsutsuji (Azaleas), Fuji (Wisteria), Botan (Peony)
Giugno: Ajisai (Hydrangea), Hanashobu (Japanese iris), Ayame Iris
Luglio: Lotus, Kikyo (Platycodon grandiflorum)
Agosto: Sarusuberi (Lagerstroemia), Suifuyo (Hibiscus mutabilis)
Settembre: Hagi (Lespedeza), Higanbana (Amaryllidaceae)
Ottobre: Rindo (Gentiana)
Novembre: Sazanka (Camellia sasanqua)

Goryo Jinja Shrine
(ingresso libero)

Joju-in Temple
(ingresso libero)

Gokurakuji Temple
(ingresso libero)

Templi e santuari a sud-est di Kamakura station

Komyoji Temple
(ingresso gratuito, apertura 7-16, 7-17 in estate)
Si trova nell'estremità ovest della lunga spiaggia della città, uno dei pochi templi costruiti di fronte al mare, forse addirittura l'unico.
Al tempio appartiene il Karesansui Garden, un giardino roccioso molto interessante perchè quasi sconosciuto ai turisti quindi ammirabile in tranquillità, e perchè di solito questo tipo di giardino si trova all'interno di templi buddisti zen, il Komyoji appartiene invece alla setta buddista Jodo.

komyoji temple kamakura komyoji rock garden kamakura l'edificio principale del tempio Komyoji e il suo giardino roccioso

Fudarakuji Temple
(ingresso libero)

Kuhonji Temple
(ingresso libero)

Raikoji Temple
(ingresso libero)

Gosho Jinja Shrine
(ingresso libero)

Choshoji Temple
(ingresso gratuito, apertura 9-17)

Ankokuronji Temple (ingresso 100 yen, apertura 9-17)
vista sulla città

Myohoji Temple
(ingresso 300 yen, apertura 9:30-16:30, chiuso nel mese di febbraio)
La principale "attrazione" di questo tempio è una lunga scalinata che porta alla costruzione principale, che è interamente ricoperta di muschio, il tempio viene infatti anche chiamato "Kokedera" che in giapponese significa appunto tempio del muschio.

Jogyoji Temple

Yakumo Shrine
(ingresso libero)

An-yo-in Temple
(ingresso 100 yen, apertura 9-16)
Un tempio famoso per i fiori di azalea che lo circondano e che sbocciano in primavera.
Nel piccolo cimitero annesso al tempio si trova la tomba del regista di fama mondiale Akira Kurosawa.

Betsuganji Temple
(ingresso libero)

Botamochi-dera Temple
(ingresso gratuito, orari 9-16)

Moto Tsurugaoka Hachimangu Shrine - 元鶴岡八幡宮
(ingresso libero)

Spiagge

Kamakura è anche una delle località più famose nella zona di Tokyo per il turismo marino.

La città è infatti una meta gettonata durante l'estate per il turismo balneare, solitamente da fine giugno a fine agosto, con le spiagge attrezzate e il mare che si riempiono di giapponesi in costume proprio come in Italia, sebbene "prendere il sole" non faccia proprio parte della loro cultura (non è per niente raro vedere gente vestita sotto il sole in spiaggia). Non mi esprimo sull'acqua (temperatura, inquinamento) perchè non mi è mai venuta l'idea di farmi un bagno, però ad eccezione di Okinawa non ho mai sentito parlare bene del mare giapponese.

Durante il resto dell'anno le spiagge si svuotano ma le acque sono comunque piene di gente che pratica surf e vari altri sport che c'entrano col vento, la zona è infatti abbastanza ventosa (ricordo che stiamo parlando dell'Oceano Pacifico).

Le spiagge principali, molto larghe e con un mare solitamente piuttosto calmo perchè dentro un golfo, sono Zaimokuza e Yuigahama, rispettivamente a est e a ovest del fiume che attraversa Kamakura (Namerigawa, 滑川), e sono facilmente raggiungibili a piedi da qualsiasi parte della città camminando verso sud. Le stazioni Hase e Yuigahama della Enoshima Electric Railway (che potete prendere da Kamakura station) sono molto vicine alla spiaggia di Yuigahama.
yuigahama beach kamakura summer.jpg zaimokuza beach kamakura summer spiagge di Kamakura durante l'estate
A ovest di Yuigahama, a chiudere il golfo si trova il capo Inamuragasaki (stazione più vicina: Inamuragasaki station lungo la Enoshima Electric Railway).
Si tratta di un luogo che ha una rilevante importanza storica, infatti era una delle difese naturali di Kamakura quando era capitale e che fu oltrepassato dalle truppe di Nitta Yoshisada nel 1333, dando inizio all'assedio della città che avrebbe portato alla fine del Kamakura period.
Nell'estremità del promontorio si trova oggi l'Inamuragasaki koen (稲村ケ崎海浜公園), un parco sempre aperto da cui ammirare il mare e in lontananza Enoshima.
A ovest di Inamuragasaki si estende in lunghezza (ma è piuttosto stretta) per circa 4 km un'altra spiaggia, Shichirigahama, che arriva quasi ad Enoshima.
È considerata una delle 100 più belle spiagge panoramiche del Giappone, da lì è possibile ammirare il capo Inamuragasaki, l'isola di Enoshima e talvolta il Monte Fuji, tuttavia è una delle meno popolari tra i bagnanti per via delle acque profonde, mentre è la preferita dei surfisti essendo più aperta e quindi più ventosa rispetto alle altre.
Parallelamente alla costa passa la Enoshima Electric Railway, con alcune fermate di fronte la spiaggia prima di proseguire per Enoshima e Fujisawa: Inamuragasaki station, Shichirigahama station, Kamakurakokomae station (vedi mappa in fondo).

Dove dormire a Kamakura

Vista la vicinanza sia a Tokyo che a Yokohama, pochissime persone decidono di passare una notte a Kamakura, e l'offerta di luoghi dove alloggiare è molto scarsa.

Iza Kamakura Guest House & Bar
Una piccolissima guest house, molto foreign-friendly, a 150 metri dal lungomare, a 700 metri dal famoso Grande Budda, a 200 metri dalla stazione di Hase, da cui potrete muovervi facilmente lungo tutta la costa fino ad Enoshima tramite la Enoshima line o raggiungere Kamakura station in 5 minuti.
Offre letti in dormitorio per 3500¥, o doppie per 8000¥. All'interno della struttura anche un piccolo lounge bar (cocktails ¥500) aperto alla clientela esterna, dunque un ottimo luogo dove poter conoscere altra gente, solitamente tutta giapponese. Colazione 500¥, lavatrice 500¥, asciugamani 100¥.


Guida pratica, come arrivare a Kamakura

Entrambe le stazioni principali di Kamakura, ovvero Kamakura station e Kita Kamakura station, sono servite da due linee JR:

-la JR Yokosuka line, che serve, tra le tante, Tokyo station (890 yen, 1 ora per Kamakura station), Shimbashi (780 yen, 56 minuti), Shinagawa (690 yen, 47 minuti), Yokohama station (330 yen, 25 minuti);

-la JR Shonan-Shinjuku line, anche se non tutti i treni di questa linea fermano a Kamakura, solo quelli diretti a Zushi. Potete prenderla da Ikebukuro (890 yen, 64 minuti), Shinjuku (890 yen, 580 minuti), Shibuya (890 yen, 53 minuti), Yokohama (330 yen, 24 minuti).

Un'altra alternativa, molto valida specialmente se avete intenzione di visitare anche Enoshima, è usare la compagnia privata Odakyu, che da Shinjuku vi porta alla stazione di Fujisawa in 67 minuti e al costo 570 yen.
Da Fujisawa potete poi prendere la Enoshima Electric Railway (Enoden) che ferma anche a Enoshima station (visiterete quindi prima Enoshima di Kamakura), Hase station (vicina al Grande Budda di Kamakura) e infine Kamakura station.

Enoshima Kamakura Free Pass

Questo pass è il sistema più economico in assoluto per visitare Kamakura ed Enoshima (ma anche solo Kamakura, sebbene in questo caso sia un'alternativa più lenta). Potete comprarlo presso qualsiasi stazione della Odakyu, in particolare vi conviene comprarlo alla stazione di Shinjuku.
Costa 1430 yen e vi offre un biglietto andata e ritorno da Shinjuku a Fujisawa + utilizzo illimitato della Enoshima Electric Railway (Enoden), dunque potrete muovervi quante volte vorrete tra la stazione di Kamakura e la stazione di Fujisawa passando per Hase, Inamuragasaki, Enoshima, ecc.

Mappa di Kamakura


Visualizza Kamakura in una mappa di dimensioni maggiori

Altri contenuti che potrebbero interessarti




YOUINJAPAN.NET su Facebook YOUINJAPAN.NET su Instagram YOUINJAPAN.NET su Google+ YOUINJAPAN.NET su Youtube


www.youinjapan.net - Vietata la riproduzione dei contenuti senza autorizzazione - Autore: Davide Lee
<- Torna al menù

YOUINJAPAN.NET su Facebook YOUINJAPAN.NET su Instagram YOUINJAPAN.NET su Google+ YOUINJAPAN.NET su Youtube
www.youinjapan.net - Vietata la riproduzione dei contenuti senza autorizzazione

Autore: Davide Lee